Comunicati stampa

VIA DELLA SETA: BENE INVESTIMENTI MA SOLO CONTENUTI CHIARI E TRASPARENTI

15-3-2019

“Sulla Via della Seta dobbiamo bandire dalla discussione le visioni semplificate. Gli investimenti stranieri in Italia sono utili e ben accetti, ma vanno valutati con attenzione nei contenuti: se firmare un memorandum porta vantaggi effettivi per il territorio, per l’occupazione e per la nostra industria, bene, ma lo si deve sapere prima e nel dettaglio. Si deve inoltre insistere sulla reciprocità: tra i porti italiani e quelli cinesi le condizioni di accesso sono lontane anni luce, non è un dato di poco conto”. Lo ha detto oggi a Trieste l’eurodeputata del Pd e componente della commissione Trasporti e turismo Isabella De Monte, rispondendo a una domanda sul tema attualissimo della Via delle Seta, durante la tavola rotonda organizzata dall’associazione Dialoghi europei e dall’Accademia europeista del Fvg, cui sono intervenuti anche il deputato del M5S Marco Zullo, Pierantonio Panzeri di Articolo 1 e il deputato sloveno del gruppo Alde, Ivo Vajgl.

 

Secondo De Monte “le infrastrutture e i collegamenti sono priorità dell’Ue, perché con la connettività si abbattono veramente i confini e si realizzano nuove infrastrutture rispettose dell’ambiente. La Tav va in questa direzione e rappresenta una grande opera sulla quale tornare indietro sarebbe scellerato. La Tav non è avulsa dalle reti di connettività europee, ma, anzi, ne costituisce una parte essenziale”.