News

BANDO ALERT

BANDO CONTRIBUTI PER IL SOSTEGNO ALLE PMI DELLE EX PROVINCE DI PORDENONE E UDINE COLPITE DAGLI EVENTI METEOROLOGICI AVVERSI OCCORSI A DECORRERE DAL 28 OTTOBRE 2018

 

Beneficiari

Sono beneficiarie dei contributi le imprese, le cooperative e i consorzi, che rientrino nella definizione di micro, piccola e media impresa secondo la normativa comunitaria, iscritte al Registro delle Imprese della Camera di commercio di Pordenone-Udine, con sede legale e/o operativa destinataria dell’investimento in uno dei comuni delle ex province di Pordenone e di Udine colpito dagli eventi meteorologici avversi del 28-30 ottobre 2018, in corso di individuazione da parte delle autorità regionali competenti ed in possesso dei requisiti previsti dal Bando all’art. 5..

Si segnala che a decorrere dal 1° gennaio 2013 è entrato in vigore il DL 95/2012 (spending review) il quale all'art. 4 comma 6 stabilisce:

Gli enti di diritto privato di cui agli articoli da 13 a 42 del codice civile, che forniscono servizi a favore dell'amministrazione stessa, anche a titolo gratuito, non possono ricevere contributi a carico delle finanze pubbliche...

Aree di applicazione

ex province di Pordenone e di Udine

Risorse finanziarie

Le risorse finanziarie disponibili per il presente bando ammontano ad euro 532.000,00 di cui:

euro 500.000,00 a valere sul Bilancio della preesistente CCIAA di Udine per le imprese della ex provincia di Udine

euro 32.000,00 stanziati sul Bilancio della preesistente CCIAA di Pordenone per le imprese della ex provincia di Pordenone

Regime d'aiuto

Le agevolazioni sono concesse in osservanza alle condizioni prescritte dal regolamento CE 1407 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli artt. 87 e 88 del Trattato CE agli aiuti di importanza minore “de minimis” pubblicato in GUUE serie L n. 352 del 24 dicembre 2013

Iniziative e spese ammissibili

Sono ammesse tutte le spese connesse allo svolgimento dell'attività di impresa riconducibili alle seguenti tipologie:

1) ripristino strutturale e funzionale dell'immobile danneggiato a seguito dell'evento calamitoso, nel quale ha sede l'attività d'impresa;

2) ripristino dei macchinari e delle attrezzature d'impresa, comprensiva degli arredi funzionali alle attività d'impresa, danneggiati a seguito dell'evento calamitoso;

3) acquisto di scorte di materie prime, semilavorati e prodotti finiti danneggiati o distrutti e non più utilizzabili a seguito dell'evento calamitoso.

Tra le spese ammesse sono compresi inoltre i costi di trasporto, montaggio, smontaggio, nonché le spese di pulizia del sito produttivo e le spese per la rimozione e smaltimento dei detriti.

Sono escluse tutte le spese non strettamente rientranti nelle sopra menzionate categorie.

Per le prestazioni tecniche quali: progettazione, direzione lavori, etc., connesse con i danni di cui al punto 1, la relativa spesa è ammissibile a contributo nel limite del 10% dell'importo al netto dell'aliquota I.V.A. di legge dei lavori di ripristino dei danni relativi.

Potrà essere ammessa a finanziamento per ciascuna impresa solamente una domanda di contributo, per localizzazione (ex provincia di appartenenza) delle sedi/unità operative danneggiate.

Al massimo potranno essere ammesse a finanziamento pertanto 2 domande di contributo per ogni impresa se le sedi /unità locali danneggiate sono localizzate nelle 2 ex province di Pordenone e Udine.

Sono ammissibili esclusivamente le spese sostenute - fatturate e pagate - dall’impresa beneficiaria, giustificate da fatture o da documenti probatori equivalenti regolarmente emessi agli effetti fiscali , pagati nel rispetto della normativa vigente, nonché debitamente quietanzati, dopo la presentazione della domanda di contributo ed entro il termine massimo previsto per la rendicontazione.

Intensità del contributo

L’agevolazione concedibile per ciascuna domanda consiste in un contributo a fondo perduto, in conto capitale sulle spese sostenute e ritenute ammissibili per gli investimenti di cui all’art. 6 del presente Bando nella percentuale massima dell’80%.

L’importo della spesa ammessa a contributo deve essere almeno pari ad euro 4.000,00 IVA e analoghe imposte estere escluse.

Il contributo massimo concedibile è pari ad euro 20.000,00.

Il contributo concesso con il presente bando è cumulabile con altre agevolazioni di fonte pubblica, fino alla concorrenza del costo complessivo documentato; l’eventuale aiuto cumulato non potrà comunque superare l’ammontare del valore dei beni acquistati, detratti eventuali rimborsi assicurativi

Scadenza e modalità di presentazione delle domande

Le imprese interessate presentano domanda di contributo in bollo alla CCIAA di Pordenone-Udine, utilizzando, a pena di inammissibilità, la modulistica allegata al presente bando, pubblicata sui siti camerali

www.ud.camcom.it e » www.pn.camcom.it (link esterno).

La domanda dovrà essere presentata:

a partire dalle ore 09.00.00 del 01/12/2018 ed entro il 31/01/2019